Ciononostante Severino afferma implicitamente affinche la sua teoria non dose dalla [sua] coscienza [umana] finita (mezzo dovrebbe risiedere e dalla che razza di sono partiti tutti i filosofi della presente per assentarsi da Cartesio mediante il suo celebre cogito pertanto sum). No, Severino vede le cose da una coscienziosita infinita trascendente la sua peso umana, nella che tipo di sono contenute tutte le coscienze finite. Da questa illimitatezza Severino dice giacche appaiono tutte le cose, tutti gli eventi e tutte le relazioni, che ma, essendo infiniti, eterni etc., non hanno il carattere della volgarita (e ad esempio spirito dovrebbero ricevere, controllo giacche apparire e massa sono inseparabili? Boh!). Percio, Severino e un asceta, anzi un Dio atterrato sopra terreno, affinche si presenta nondimeno come un teologo non religioso in quanto ha abbozzo una apparenza di sacra scrittura laica dettata da alcuni persona eccezionale laico.

In quell’istante, appena ho appunto aforisma, lo si puo accettare solo a causa di fiducia, con quanto ha prodotto manifestamente una teologia al posto di cosicche una saggezza.

E chiaro perche i suoi seguaci non lo comprendono logicamente, ciononostante lo accettano per vera, sulla basamento di un individuo ansioso giacche subisce il fascino delle assurdo. Il conveniente complesso, innalzato al livello di neo-tautologia assolutizzante, presenta delle gigantomachie poderose e temerarie, unitamente l’anelito all’illimitato, cosicche affascinano ed estasiano i coglioni appena sotto l’effetto di una materia narcotico.

C’e una forma di controllo della ingegno chiamata gaslighting; essa fa dubitare, chi ne e martire, della certezza della sua concretezza. Read more